MX GP 6 – Agueda

La sesta prova del Campionato Mondiale Motocross si è disputata sul tradizionale tracciato di Agueda, circa 80 Km a Sud di Porto, in Portogallo. Meteo buono e pista di terra rossa in ottime condizioni, dopo la pioggia, il freddo e il fango di Mantova.
Nella MXGP Antonio Cairoli (Red Bull KTM Factory Racing – KTM 450 SX-F) ha ottenuto la sua terza pole position stagionale al sabato, vincendo la manche di qualifica. In gara uno dopo aver segnato l’holeshot ha tenuto la prima posizione per più di metà manche, quando in una curva si è fatto spegnere per un attimo la moto ed è stato superato da Tim Gajser (Honda). Cairoli ha poi tentato di recuperare il terreno perso ma sotto la bandiera a scacchi per solo un secondo ha chiuso in seconda posizione.
In gara due è partito terzo alle spalle di Tonus (Yamaha) e Desalle (Kawasaki) ma con un ottimo ritmo al nono giro si è portato in testa alla corsa. Purtroppo nel giro successivo è incappato in una caduta, colpendo una pietra con la ruota anteriore in un tratto fangoso. Ripartito quarto, è riuscito a risalire fino alla seconda posizione finale, guadagnando il secondo gradino del podio alle spalle di Gajser e davanti a Tonus. Col sesto podio su sei GP disputati Cairoli conduce la classifica provvisoria di campionato con trentaquattro punti di vantaggio sul secondo, lo sloveno Gajser.

Cairoli: “Da un lato sono felice perché l’obiettivo è quello di essere sempre sul podio, ma dall’ altro sono arrabbiato. Nella prima manche ho fatto un errore stupido e ho spento la moto, e ho perso la prima posizione. Nella seconda manche ero primo e stavo studiando altre traiettorie, ma sono caduto in un punto fangoso con una pietra che mi ha fatto scartare la ruota anteriore. Sono riuscito comunque a rimontare fino alla seconda posizione e salire sul podio, che è l’obiettivo primario”.

Nella MX2 Jorge Prado (Red Bull KTM factory Racing –KTM 250 SX-F), terzo in qualifica, è stato perfetto in entrambe le manche iridate di Agueda. Lo spagnolo, con tantissimi suoi tifosi a bordo pista, con una perentoria doppietta è riuscito a riprendere la tabella rossa, lasciata dopo il GP di Argentina per l’assenza al GP di Inghilterra per un problema ad una scapola, strappandola al danese Olsen (Husqvarna). Due volte primo in partenza, in gara uno ha tenuto a bada lo stesso Olsen e il veloce Henry Jacobi (Kawasaki) in gara due. Prado ha vinto tutte le dieci manche da lui disputate, cinque GP. Ora, al primo posto della generale, ha un vantaggio di tre punti su Thomas Kjer Olsen, secondo ad Agueda.

Prado: “Questo è quasi un GP di casa e così tanti fan sono venuti a tifare per me, e mi sono davvero divertito. Sono andato in testa alla classifica oggi e penso che non si poteva far meglio. E ’stato un grande fine settimana; ho avuto due ottime partenze e un bel ritmo. Riprendere la tabella rossa era il primo obiettivo!”

Il prossimo GP si terrà in Francia sulla pista di St Jean D’Angely il prossimo fine settimana, 26 Maggio.