MX GP 19 – Assen

Il penultimo GP stagionale del Mondiale Motocrosssi è disputato nella Cattedrale della Velocità, la mitica Assen, in Olanda. Davanti alle tribune gremite di pubblico della famosa ultima chicane e parte del rettilineo d’arrivo della storica pista d’asfalto, i piloti del team Red Bull KTM Factory Racing – De Carli hanno dato spettacolo con una prestazione eccellente in entrambe le categorie. Antonio Cairoli (KTM 450 SX-F) è salito sul secondo gradino del podio grazie a due secondi posti, ottenuti in lotta con il ‘padrone di casa’ Jeffrey Herlings (KTM), che con una doppietta ha raccolto, con un GP d’anticipo, il suo quinto titolo iridato, il primo nella massima categoria.
I due si sono abbracciati a fine gara uno e sul podio, riconoscendo la grande stagione disputata da entrambi. Cairoli, secondo in qualifica, in gara uno ha segnato l’holeshot ma nel giro successivo è stato superato da Herlings. Tony ha tenuto bene il passo dell’olandese, solo a tre quarti di manche ha calato il ritmo, mentre Jeffrey con l’ennesimo successo di manche si è aggiudicato matematicamente il titolo MXGP. In gara due Cairoli è scattato al via intorno alla terza posizione, ma dopo due giri si è portato in testa superando Glenn Coldenhoff (KTM). Prima di metà manche ha però subito il ritorno di Herlings, che era incappato in una scivolata, passando in seconda posizione e mantenendola fino alla bandiera a scacchi, con ampio margine (più di trenta secondi) sul terzo, Coldenhoff.
Con i due secondi posti di manche Cairoli è salito sul secondo gradino del podio, raggiungendo il quattordicesimo podio stagionale.

Antonio Cairoli: “Per me è un onore essere secondi dietro a Jeffrey perché è sicuramente al momento il pilota più veloce del mondo, e insieme abbiamo fatto il vuoto dietro. Gli faccio i miei sinceri complimenti, è stato perfetto. Io ho fatto una delle mie migliori stagioni, però nel finale sono stato condizionato da qualche problema fisico e piccoli infortuni. So di poter migliorare per il prossimo anno, essere più competitivo e questo è il mio obiettivo per il futuro, lavorando con la squadra”.

Nella MX2, Jorge Prado (KTM 250 SX-F) ha ripreso la sua splendida marcia verso il primo titolo iridato. Lo spagnolo del team De Carli sul fondo sabbioso della pista olandese si è dimostrato velocissimo ed ha ottenuto una perentoria doppia vittoria, che lo avvicina all’obiettivo finale: nell’ultimo GP (Imola) gli basterà raccogliere almeno quattro punti nelle due manche, e potrà festeggiare il suo primo titolo, a soli diciassette anni. Il campione in carica Pauls Jonass (KTM), sempre secondo in campionato, non ha trovato una delle sue giornate migliori e si è classificato sesto di giornata. Per Prado undicesima vittoria di GP stagionale: in gara uno è passato in testa nel sesto giro dopo aver superato Lawrence (Honda); in gara due ha dominato dal primo all’ultimo giro.

Jorge Prado: “Prima di tutto congratulazioni a Jeffrey Herlings perché è stato protagonista di una stagione incredibile, eccellente. Il mio weekend è andato bene, ieri ho vinto la gara di qualifica, ed è cresciuta la fiducia per oggi, dove ho vinto entrambe le gare, quindi non potevo chiedere un GP migliore e non vedo l’ora di scendere in pista a Imola”.

L’ultimo GP stagionale è in calendario per il weekend del 30 Settembre a Imola (I).