MX GP 16 – Frauenfeld

Per il terzo anno consecutivo, il circuito di Frauenfeld-Gachnang ha ospitato un gran premio del mondiale MXGP. Davanti ad un gran pubblico, circa 30.000 presenze, le gare si sono rivelate spettacolari e combattute.
La pista tecnica, veloce e impegnativa ha visto dominare KTM in entrambe le categorie. Nella MXGP Antonio Cairoli (Red Bull KTM Factory Racing – KTM 450 SX-F) ha iniziato benissimo il weekend, conquistando la quarta pole stagionale, davanti a Febvre (Yamaha) e Desalle (Kawasaki). In gara uno Cairoli ha segnato l’holeshot, poi ha perso diverse posizioni nella curva successiva, ma ha rimontato ed è stato in lotta per la vittoria fino al settimo giro; era in terza posizione all’inseguimento di Desalle, quand’è caduto in un salto in discesa. Ripartito in decima posizione, ha cercato di recuperare ma con il manubrio e il freno anteriore danneggiato, e con un forte dolore al ginocchio destro, non ha potuto far meglio di ottavo. Il nove volte iridato ha cercato con il ghiaccio, tra una manche e l’altra, di attutire il dolore al ginocchio, e poi è sceso in pista in gara due e ha sfoderato un’altra ottima partenza, nel gruppo dei primi. Senza poter forzare Tony ha tenuto la quinta posizione fino a metà manche, poi è passato sesto per il sorpasso di Anstie (Husqvarna) e ha tenuto duro fino alla bandiera a scacchi. In settimana farà dei controlli al ginocchio per verificarne le condizioni dopo una possibile distorsione.
Con la doppia vittoria di Jeffrey Herlings (KTM) il distacco di Tony è ora di 58 punti in classifica generale provvisoria, mentre il vantaggio sul terzo (Desalle) è di 132 punti.

Cairoli: “Il weekend è iniziato bene con la vittoria nella qualifica e il feeling con la pista era buono, ma l’inizio di gara uno non è stato eccezionale, anche se ero davanti a tutti dopo la prima curva. Quando ho visto Jeffrey passare in testa, ho provato a forzare, sapevo che dovevo attaccare per avere la possibilità di vincere. Ho fatto alcuni sorpassi, poi anche Febvre e mi ero avvicinato a Desalle ma nel salto in discesa sono arrivato troppo veloce sulla rampa, ho cercato di frenare forte e ho fatto spegnere la moto proprio sul salto. Sono così andato oltre il manubrio e nella caduta ho sentito subito una fitta al ginocchio destro. Sono ripartito ma con il manubrio piegato e il freno anteriore danneggiato, ed è stato difficile mantenere il ritmo. Ho messo del ghiaccio nella pausa e ma non sapevo cosa aspettarmi nella seconda manche. La partenza è stata buona e sono stato per venti minuti con quelli davanti, ma poi ero stanco perché stavo guidando in una strana posizione. Sono sceso fino al sesto, che poteva non essere male, e poi ho chiuso ottavo. Ora la priorità è controllare il ginocchio e spero di poter finire la stagione senza problemi”.

In MX2 Jorge Prado (Red Bull KTM Factory Racing – KTM 250 SX-F) ha dimostrato ancora grande velocità e concentrazione sin dal sabato, dove ha raccolto l’ottava pole stagionale capitalizzando l’holeshot e anche un errore di Jonass (KTM). In gara uno ennesima partenza davanti a tutti, poi il talento spagnolo ha sofferto dopo un terzo di manche la velocità di Jonass che è andato a vincere la manche. In gara due Prado ha messo in pista la gran determinazione di non voler cedere punti al campione in carica MX2 e ha disputato una manche perfetta, rispondendo benissimo nel finale al tentativo d’attacco del lettone. Con un secondo ed un primo posto, a pari punti con Jonass, Prado, in virtù del miglior risultato di gara due, è salito sul gradino più alto del podio per la nona volta il questa stagione (la quarta di fila), mantenendo la leadership in classifica con un vantaggio di 28 punti.

Prado: “Pauls stava guidando molto bene in gara uno e quando ho provato a spingere ho fatto un piccolo errore e lui si è allontanato. Ho faticato molto nel finale di gara due, mi mancava il fiato, ed ho dovuto stringere i denti, la pista era molto scavata e c’era da soffrire. Ho retto bene nel finale e abbiamo vinto, e ho mantenuto il vantaggio in classifica. Ora si va in Bulgaria, dove ho vinto il campionato europeo della 65cc. E’ una pista con tanti saliscendi e mi piace. Vedremo!”

Si torna in pista nel prossimo weekend (26 Agosto) a Sevlievo per il Gran Premio della Bulgaria.