MX GP 14 – Loket

Il Mondiale Motocross è tornato in Europa per la quattordicesima prova stagionale, sul tradizionale tracciato di Loket, in Repubblica Ceca. Una pista dal fondo compatto e condizioni meteo un po’ variabili hanno fatto da cornice all’ennesima giornata memorabile per la squadra capitanata da Claudio De Carli.
Antonio Cairoli (team Red Bull KTM Factory Racing) ha iniziato alla perfezione il weekend, cogliendo la terza pole stagionale. Il nove volte campione del mondo ha dominato la manche di qualifica dopo aver segnato l’holeshot con la sua potente KTM 450 SX-F.
Cairoli ha continuato anche nelle due manche delle domenica a scattare in testa al gruppo, ma ha poi dovuto fare i conti con un velocissimo Herlings (KTM) che lo ha superato nel corso del primo giro. In gara uno Tony non ha trovato subito le migliori traiettorie ed ha perso la possibilità di impegnare l’olandese, ma allo stesso tempo ha controllato senza problemi gli inseguitori, capitanati da Tim Gajser (Honda) ed ha concluso in seconda posizione. In gara due ha invece reagito al sorpasso di Herlings e ha tenuto il ritmo per quasi metà manche, provando anche ad attaccarlo. Herlings però ha risposto segnando il miglior crono e Cairoli, che ha pure iniziato ad accusare dolore al pollice infortunato, ha dovuto ancora accontentarsi del secondo posto. Per Cairoli dodicesimo podio in stagione (secondo posto), e la classifica generale provvisoria lo vede ora a trenta punti dal leader Herlings.

Cairoli: “È stata una settimana difficile, con il pollice che ancora mi da problemi e ulteriori indagini, una risonanza magnetica effettuata a Roma, ha evidenziato due piccole lesioni ad un osso del pollice. In qualifica ho preso un buon feeling con la pista ed ho guidato bene andando a prendere la vittoria. Nelle due manche di domenica invece la pista era molto bucata e scavata e ho sofferto di più con il pollice. Specialmente nella seconda manche dopo aver tenuto un buon ritmo il dolore si è fatto fastidioso dopo i primi quindici minuti: Jeffrey era molto veloce e non sono riuscito a seguirlo. Spero ora con un po’ di riposo di poter risolvere il problema al pollice e tornare a posto per Lommel. E’ una pista che mi piace e vorrei poter lottare per la vittoria. ”

Nella MX2 il giovanissimo Jorge Prado (KTM 250 SX-F) ha disputato un GP con grande maturità, gestendo la posizione quando era necessario, senza commettere errori, come in gara uno con il terzo posto, e andando a vincere alla grande gara due. Ora la tabella rossa di leader della classifica è nelle sue mani. Al sabato solo decimo in qualifica, su pista fangosa e insidiosa, Jorge nelle due manche della domenica ha sfoderato partenze perfette, sempre davanti a tutti, proprio come il compagno di squadra Cairoli. In gara uno dopo i primi giri ha subito il sorpasso di Covington (Husqvarna) e dopo un terzo di manche di Vlaanderen (Honda), e si è accontentato della terza posizione pur tentando nel finale di superare Covington. In gara due ancora holeshot e stavolta Jorge non si è più guardato dietro andando a vincere manche e GP, il settimo stagionale. Con Jonass (KTM) quarto di giornata, Prado ha ricevuto sul podio, per la prima volta nella sua carriera, la tabella rossa di leader del campionato; ora ha undici punti di vantaggio sul pilota lettone.

Prado: “È stato un weekend da ricordare. La pista era piuttosto impegnativa. Ho provato ad attaccare Covington nella prima manche ma ho fatto un errore e Vlaanderen mi ha passato. Ho spinto forte alla fine ma non sono riuscito a superare Covington e ho fatto terzo. Nella seconda manche sono partito benissimo e poi nel finale ho tenuto bene sulla pressione di Covington. Il risultato di oggi mi ha portato in vetta alla classifica; è la mia prima tabella rossa e sono entusiasta. Ringrazio il team: so bene come siamo arrivati a questo punto e ora dobbiamo continuare. Ora si va in Belgio e ci prepariamo per Lommel; una pista di sabbia profonda, davvero impegnativa, dove ho vinto l’anno scorso”.

Per la squadra di De Carli la giornata di Loket resta memorabile: è la prima tabella rossa in MX2 con i colori KTM. Il team romano è tornato difatti quest’anno ad avere un pilota in MX2, dopo gli anni di Cairoli (2004-2008) nella stessa categoria ma con colori Yamaha.

Prossima gara: Gran Premio del Belgio, Lommel, il 5 Agosto